Indice articoli

 

IndicazioniLe indicazioni

Il buon esito e la crescente diffusione della protesi non cementata 

Lo spettro applicativo della protesi non cementata é ampio; con questa protesi inizialmente indicata per i pazienti più giovani e con una buona qualità ossea si é asssistito, in base agli ottimi risultati conseguiti, ad un espandersi delle indicazioni.

La sua facilità d'uso, ad esempio, consente una brevità dei tempi di intervento e può quindi costituire una soluzione adeguata anche per persone in età avanzata e in cattive condizioni fisiche. benché sia ormai assodato, grazie ai risultati eccezionalmente buoni emersi da studi a lungo termine condotti su sistemi CLS, che la protesi non cementata rappresenti un'alternativa convincente nella maggioranza dei casi, conviene, soprattutto nel corso della curva di apprendimento, attenersi alle indicazioni ormai classiche esposte dagli autori nel 1985.

I principali criteri base delle indicazioni per l'applicazione dello stelo CLS

Le indicazioni sono determinabili sulla base di quattro parametri chiave: età, sesso, stadio dell'osteoporosi e morfologia del femore. Ad ogni parametro viene attribuito un punteggio e dalla somma dei punti di ogni singolo parametro si ottiene l'indicazione che determina la scelta dell'impianto.

L'indice di Singh, che si basa sullo studio delle strutture trabecolari del femore, fornisce elementi concreti per la determinazione del grado dell'osteoporosi. L'indice morfologico-corticale (IMC) é lo strumento utilizzato per definire la forma del femore, in quanto consente un'attribuzione corretta ad una delle tre categorie morfologiche di base, vale a dire forma a trombetta, cilindrica e displasica.

I principali criteri base delle indicazioni per l'applicazione del cotile CLS

Il cotile ad espansione CLS può essere impiantato in numerosi casi ed anche in condizioni difficili. Per il buon successo dell'intervento é determinante il fatto che siano presenti possibilità di ancoraggio periferiche adeguate.

Dalla morfologia e dalle caratteristiche dell'osso dipende quindi sostanzialmente l'indicazione ad impiantare o meno il cotile ad espansione CLS. Le vere controindicazioni sono tuttavia relativamente poche. Il cotile ad espansione CLS ad esempio può essere utilizzato anche in caso di reinterventi in presenza di difetti del fondo acetabolare, di osteoporosi accentuata, di poliartrite reumatica e di displasia non fortemente pronunciata.  

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Con una tua donazione,
puoi sostenere il nostro
impegno per la ricerca.

archivio

GAP II

GAP II è un sistema per l’archiviazione di dati clinici e chirurgici di pazienti sottoposti ad interventi di chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla.