Indice articoli

Ancoraggio dello steloAncoraggio dello stelo

 

Il concetto biomeccanico dello stelo CLS é caratterizzato dalla morfologia cuneiforme tridimensionale, dalle alette nettamente pronunciate nella parte prossimale e dal degmento distale dello stelo con una configurazione integralmente conica.

 
 

Anche per l'ancoraggio primario la struttura sfrutta le capacità di adattamento delle trabecole. Le caratteristiche tipiche dello stelo CLS sono presenti sia nella versione classica che nella versione di tipo varo di nuova realizzazione. cls_04.gif

 

L'interposizione di spongiosa meccanica favorisce la distribuzione dei carichi e l'osteointegrazione all'interfaccia osso/protesi. Le alette assiali esercitano, all'atto dell'introduzione, una funzione di taglio e rafforzano al tempo stesso la stabilità.

 

Per evitare picchi di tensione, gli spigoli del segmento distale dello stelo sono stati nettamente arrotondati.

 

La forma del segmento distale dello stelo é rimasta relativamente assottigliata in modo da evitare, se possibile, un contatto diretto con la corticale.

Ciò evita il disconfort tipico di protesi a riempimento, senza disturbare la neoformazione di strutture trabecolari tra corticale ed impianto, le quali contribuiscono poi all'osteointegrazione. 

 

Con una tua donazione,
puoi sostenere il nostro
impegno per la ricerca.

archivio

GAP II

GAP II è un sistema per l’archiviazione di dati clinici e chirurgici di pazienti sottoposti ad interventi di chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla.